FINALE COL BOTTO ALLA COPPA ITALIA SPORTFUL

50 km che molto tirata con Roland Clara, Francesco De Fabiani, Giorgio Di Centa, Sergio Bonaldi che hanno vivacizzato i vari momenti della gara.  La prova si è decisa sull’ultima salita dove vi è stato un contatto tra Di Centa e De Fabiani ed il giovane valdostano ha avuto la peggio cadendo. All’arrivo Giorgio Di Centa può onorare i suoi 43 anni con un nuovo successo, l’ultimo era stato a Riale VB 2013 nella 50 km in tecnica classica. Al secondo posto è giunto Roland Clara (Fiamme Gialle), 3° Francesco De Fabiani (Cs Esercito) che ha anche vinto il Campionato italiano Under 23.
Nella prova femminile allungo decisivo a tre quarti di gara ad opera di Ilaria Debertolis (Fiamme Oro) e Debora Agreiter (Cs Carabinieri) che hanno staccato Giulia Stuerz (Fiamme Oro) e Lucia Scardoni (Fiamme Gialle). Nell’ultima salita attacco di Ilaria Debertolis che riesce ad anticipare Agreiter e a tagliare il traguardo con un vantaggio di 13″2. Al terzo posto Giulia Stuerz (Fiamme Oro) che ha avuto la meglio in volata sulla veronese Lucia Scardoni (Fiamme Gialle).
Giulia Stuerz ha vinto il titolo italiano Under 23 davanti a Caterina Ganz (Fiamme Gialle) e ad Erica Antoniol (Fiamme Oro).
La graduatoria della Coppa Italia Sportful non ha subito variazioni rispetto all’ultima tappa e Mattia Pellegrin (Fiamme Oro) e Sara Pellegrini (Fiamme Oro) hanno vinto la classifica assoluta, mentre Erica Antoniol (Fiamme Oro) e Francesco Ferrari (Fiamme Oro) hanno vinto la classifica Under 23, tra i civili il successo è andato ai due atleti dello sci club Alta Valtellina Alex Andreola e Jael Compagnoni.
Il sabato invece le Fiamme Oro concedono il Bis sia al maschile che al femminile.
Giornata spettacolare al centro fondo Le Viote del Monte Bondone con un’organizzazione degna di manifestazioni di primo livello grazie alla collaborazione tra l’Apt Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi e lo sci club Marzola che nel 2015 ha festeggiato i 50 anni d’attività. In prima linea a dirigere i lavori la direttrice Apt Trento-Monte Bondone Elda Verones e Carlo Segatta presidente dello sci club Marzola.
La gara femminile è partita alle ore 9 con le Fiamme Oro che hanno schierato Giulia Stuerz in prima frazione e le Fiamme Gialle con Lucia Scardoni che sono riuscite a staccare Debora Agreter (Cs Carabinieri). Il tandem Fiamme Oro-Fiamme Gialle ha funzionato anche in seconda frazione dove Sara Pellegrini (Fiamme Oro) e Caterina Ganz (Fiamme Gialle) sono riuscite ad incrementare il margine di vantaggio. In terza frazione la poliziotta Ilaria Debertolis è riuscita a fare la differenza e a tagliare il traguardo con un margine di 22″3 sulla valdostana Greta Laurent (Fiamme Gialle). Terza è giunta Gaia Vuerich per il Centro Sportivo Carabinieri con un ritardo di 1’42″2.
Per quanto riguarda la prova maschile forcing iniziale del Centro Sportivo Carabinieri con Fabio Clementi che in coppia con Mattia Pellegrin (Fiamme Oro) hanno cambiato con un vantaggio di 26″5 sulle Fiamme Gialle che schieravano Fulvio Scola alla sua ultima gara della carriera agonistica. In seconda frazione Giorgio Di Centa (Cs Carabinieri) insieme a Dietmar Noeckler (Fiamme Oro) hanno continuato ad incrementare il loro vantaggio cambiando con un margine di 55″ sulle Fiamme Gialle.
In terza frazione in tecnica di pattinaggio Sergio Rigoni riusciva a scrollarsi di dosso i difficili avversari dei Carabinieri e a contenere il rientro delle Fiamme Gialle che schieravano Roland Clara come terzo frazionista.
Federico Pellegrino (Fiamme Oro) riceveva il testimone con un vantaggio di 32″5 sulle Fiamme Gialle che schieravano in ultima frazione Manuel Perotti mentre l’Esercito che schierava in ultima frazione Francesco De Fabiani aveva uno svantaggio di 1’39”.
Federico Pellegrino ha amministrato il vantaggio e controllato riuscendo ancora ad incrementare lievemente il vantaggio ed all’arrivo chiudeva con il tempo di 1:07’06″6, 2a squadra le Fiamme Gialle giunte con un distacco di 40″0 con Manuele Perotti ultimo frazionista e 3° il Centro Sportivo Esercito distanziato di 1’11″7 con Francesco De Fabiani che riusciva a recuperare e a scavalcare Alan Martinelli del Centro Sportivo Carabinieri.
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *