INDIAN CREEK

Entrare in questa grande vallata brulla è come entrare nel tempio. Quando la macchina si spegne un silenzio assordante fa fischiare le orecchie, verrebbe voglia di sedersi su uno di quei grossi massi rossi ad ammirare l’orizzonte, ma il nostro istinto “occidentale” non può prescindere dall’azione quindi, anche se si comincia sempre dall’ammirare, uno spirito perverso ed un po’ masochista ci fa desiderare un contatto diretto con quelle incredibili fessure.

Entering this great barren valley is like entering a temple. When the car engine is shut off, a deafening silence makes our ears ring. I would like to sit on one of those big red rocks and admire the horizon, but our “Western” instinct cannot resist action, so even if we always begin by admiring, a perverse and slightly masochistic spirit makes us seek out direct contact with those amazing crevices.

Indian-Creek-2

Per noi “dolomitisti” questo tipo di arrampicata è il contrario della scalata; dolorosa, monotona, faticosa, inelegante ma stupefacente dal punto di vista estetico.

For us “dolomitisti,” this type of rock climbing is the opposite of mountain climbing: painful, monotonous, exhausting, inelegant but stunning from an aesthetic point of view.

Quasi sempre il sogno nasce da un’immagine e qui tutto è quella immagine, linee regolari, minimaliste, degne del più raffinato design, sistemi di salita puliti, uso quasi esclusivo di protezioni mobili. La clean climbing è cresciuta qui, un sistema democratico che rende i tiri di corda per tutti ugualmente difficili, niente vie di mezzo, fai la via e togli tutto, chi arriva dopo la trova integra.

Almost always, the dream begins from an image, and here everything is that image: smooth, minimalist lines that are worthy of the most sophisticated design, and clean climbing, with the almost exclusive use of mobile protection. Clean climbing developed here, a democratic system that makes pitches equally difficult for all: no middle ground, finish the route and remove everything, and those who arrive afterward find it unspoiled.

La nostra parete finalmente và all’ombra, un vento tiepido arriva dal fondo del canyon, le pareti ad ovest sono di un rosso fuoco. Avvolgo la corda, metto nel sacco il materiale, mi tolgo il cerotto dalle mani… e finalmente mi perdo nell’orizzonte.

The shade finally reaches our wall. A warm wind comes from the bottom of the canyon, and the western walls are a fiery red. I wind up the rope, put the equipment in the bag, take the climbing tape off my hands … and finally lose myself in the horizon.

Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *